Schede L0

scheda_edifici

scheda_ponti

MANUALE SCHEDA L0

Layout scheda

Ordinanze PCM 

circ 21.04.10_opcm3274-03

Chiarimenti_Circolare_07_10_2010


INDICAZIONI E FAQ per la compilazione delle schede L0

 Indicazione sull'utilizzo dei software 

Indicazioni

 

-     Il software non contiene nel proprio database la provincia di Fermo, pertanto tutti i Comuni di competenza dell’Amministrazione Provinciale di Fermo, devono essere necessariamente inseriti nella provincia di Ascoli Piceno.

 

F.A.Q.

 

-     Per quali strutture vanno compilate le schede L0?

o  Il DPC, attraverso la circolare 21.04.2010, ha richiesto la compilazione delle schede L0 solo per edifici di proprietà pubblica. Si ricorda tuttavia che l’obbligo di condurre le verifiche sismiche su strutture pubbliche e private rientranti nella categoria di edifici strategici o rilevanti ai fini del collasso, permane un obbligo di legge e che l’attività di compilazione delle schede L0 è una richiesta urgente avanzata dal DPC in modo da sopperire, almeno attraverso una sorta di censimento generale delle strutture interessate, alla mancanza dei dati di verifica sismica.

 

-     Per quali strutture vanno compilate le schede L1e2?

o  L’attività da espletare entro il 31/12/2010 prevede la compilazione obbligatoria delle sole schede L0. Nel caso in cui si abbia la possibilità di compilare le schede L1e2, pur raccomandandone l’invio contestuale, è lasciata facoltà all’amministrazione di inviare in date successive i documenti informatici.

 

-     Non conoscendo la data di progettazione e di ultimazione lavori, cosa si deve inserire nei campi relativi (2D e 2E)?

o  In questo caso, nei campi vanno inserite le date presunte di progettazione ed ultimazione lavori, specificando poi nel campo relativo alle Note (11), il fatto che le date sono ipotizzate. Ovviamente, se nel campo note non vi sono indicazioni diverse, si ritiene che le date specificate abbiano carattere di certezza.

 

-     Nel caso di edifici che abbiano subito ampliamenti con tecnologia costruttiva diversa (ad esempio corpo originario in muratura, ampliamento in c.a.), cosa devo scrivere nella sezione “Materiale da costruzione?”. Quante schede devono essere compilate in presenza di ampliamenti?

o  Se gli edifici sono caratterizzati da strutture “efficacemente” connesse, il materiale da costruzione da indicare è “misto” e si può compilare una unica scheda. In caso contrario gli edifici e le schede vanno distinte. Per maggior chiarezza si specifica che non costituisce vincolo efficace né un giunto tecnico (non sismico), né la semplice aderenza (addossamento) tra i fabbricati.

 

-     Quale categoria va indicata nel “Codice Identificativo?”

o  Nel “Codice Identificativo” va solo segnalato se l’edificio appartiene alla categoria C10 (strategici) o D10 (rilevanti), seguendo una classificazione che deve basarsi sulle indicazioni contenute nella DGR 1520/2003. Sulla sezione 6 della scheda si specificherà poi l’eventuale destinazione d’uso.

 

-     Quando gli interventi effettuati sulla struttura non rientrano nel miglioramento o nell’adeguamento, cosa bisogna indicare che campo “G”?”

o  In questi casi va spuntato “altro” e si specifica poi nel campo 7 la tipologia di intervento. Qualora non si riscontrasse la descrizione esatta, bisogna riportare nel campo 11 (Note) la descrizione esatta.

 

-     Qualora non si riuscisse ad inviare tutte le schede per il 31/12/2010, cosa accadrà?

o  Sulla circolare 21.04.2010 non sono riportate indicazioni su cosa potrebbe accadere se per la data del 31/12/2010 non dovessero essere inviate tutte le schede. Si vuole tuttavia ribadire l’urgenza relativa all’acquisizione di tali informazioni.

Copyright © 2014. Regione Marche