INTERVENTO 1

€ 700.000,00 – Delibera CIPE 17/2003

L’intervento 1 è attuato dal Centro operativo di Muccia e Fabriano, utilizzando personale specializzato, già operante nella ricostruzione post-terremoto 1997, dotato di particolare esperienza nel settore dell’ingegneria antisismica, coadiuvato da figure professionali esterne appartenenti al mondo scientifico istituzionale e che hanno già collaborato in passato con l’Amministrazione Regionale in occasione dell’evento sismico e degli studi di pericolosità e vulnerabilità già effettuati. E’ prevista anche la possibile collaborazione di giovani figure professionali, laureati, adeguatamente qualificate.

Per tale intervento si è già provveduto all’attribuzione di alcuni incarichi professionali mediante la stipula di convenzioni, è stata effettuata l’acquisizione di strumentazioni e apparecchiature, di attrezzature informatiche.

Senza dubbio tutti gli impegni economici, saranno effettuati entro l’anno 2005, concretizzando i seguenti obiettivi:

  • Acquisizione della conoscenza dello stato di fatto.
  • Definizione di un ordine di priorità rispetto alla vulnerabilità e al danno atteso da rischio sismico degli immobili indagati.
  • Selezione dei prototipi da esaminare.
  • Definizione di uno “standard” progettuale unificato.
  • Esecuzione, da parte della struttura regionale, di un congruo numero di progettazioni esecutive, oggi stimate in 6/8.
  • Stima preventiva sommaria dei costi conseguenti necessari alla realizzazione delle opere.
  • Divulgazione a tutti i soggetti interessati (Dipartimento della Protezione Civile, Ordini professionali, etc.) delle metodologie e dei risultati ottenuti.
  • Confronto, per le sue significative diversità, tra la nuova normativa contenuta nell’Ordinanza P.C.M. n. 3274/2003 e la precedente.
  • Stima di dettaglio dei costi conseguenti necessari alla realizzazione delle opere, nonché dei costi parametrici riferiti ai singoli prototipi standard progettuali e valutazione del rapporto costi-benefici in relazione agli interventi sul patrimonio esistente con particolare riferimento al confronto tra ristrutturazione e delocalizzazione.
  • Pubblicazione di linee guida, sotto forma di progetti standard, per la materiale redazione degli elaborati richiesti per la progettazione esecutiva.
  • Divulgazione a tutti i soggetti interessati (Dipartimento della Protezione Civile, Ordini professionali, etc.) delle metodologie e dei risultati ottenuti. 

Copyright © 2014. Regione Marche